Category: Generale

Come scegliere la levigatrice?

scegliere la levigatrice

Moltissime faccende di carpenteria edilizia domestica e non, necessitano l’utilizzo di apparecchi specifici, per permettere lo svolgimento del lavoro, oltre che a perfezionarlo; tra gli strumenti necessari la levigatrice risulta indispensabile soprattutto per chi ama la perfezione nei suoi lavori, oltre che ad avere la possibilità di velocizzarli. Si tratta di un strumento che oggigiorno viene utilizzato molto spesso, e se stai pensando ad un nuovo utile acquisto, considerando che non si tratta di un articolo molto economico, ti conviene saperne in materia. Per prima cosa, la levigatrice, nel tempo, ha sicuramente aumentato le sue funzioni, tanto da potersi adattare a superfici diverse, anche se il lavoro rimane tipicamente manuale, di conseguenza il risultato dipende dalla qualità dell’apparecchio, e dalla capacità del levigatore.

Tra le tipologie di levigatrici, quelle che hanno ottenuto molta fama sono le levigatrici orbitali, e rimangono probabilmente quelle più vendute ancora oggi, anche se è stato dato spazio anche alle levigatrici per utilizzo domestico, che verrano introdotte più avanti. Per quanto riguarda la levigatrice orbitale, si tratta dl modello che potrai trovare più di frequente, grazie al suo funzionamento e al suo sistema di sicurezza, permettendo di eseguire lavori ad alta precisione, in completa sicurezza.

Funziona in maniera molto semplice, una suola di forma rettangolare o rotonda vibrando crea dei cerchi, che permettono di levigare materiali diversi, ultimamente se ne vedono sempre di più dalla forma più rotonda che rettangolare; in ogni caso questi apparecchi sono stati una grandissima invenzione, e la tecnologia si sta sempre più impegnando per consegnare delle levigatrici orbitali sempre migliori, arrivando alla creazione di levigatrici roto-orbitali, e la differenza sta in una ulteriore precisione, più semplice da raggiungere nel modello roto-orbitale. La levigatrice orbitale quindi rappresenta il modello giusto per te se sai già usare o hai manualità con questo tipo di apparecchi, altrimenti anche una buon levigatrice rotorbitale con meno pretese, per uso più casalingo potrebbe fare bene al caso tuo, scopri perché…

Le levigatrici per uso domestico?

La buona notizia è che sono stati realizzati dei modelli di levigatrici per legno, che ti consentono di eseguire lavori più leggeri ma ad alta precisione; le case produttrici hanno ben pensato di creare dei modelli che potessero soddisfare con una clientela maggiore, dando la possibilità a più persone di poter utilizzare e sfruttare le grandi capacità della levigatrice. Detto questo, la levigatrice ha un sistema di sicurezza che previene il suo funzionamento, se qualche parte non fosse stata chiusa correttamente, inoltre trattandosi di un dispositivo del genere leggere sempre con attenzione la manutenzione e la pulizia, per evitare di sporcare gli ingranaggi o simili.

Si consiglia inoltre, di acquistare un prodotto a norma di legge, con certificazione e una buona garanzia. Concludendo, il web per qualsiasi informazione e davvero una manna da cielo e troverai sicuramente moltissime recensioni e tante levigatrici davvero qualitative, se hai bisogno di maggiori informazioni non esitare con una buona ricerca, la scelta finale dipenderà dalle tue esigenze.


La scelta migliore per la mia nuova macchina da cucire

macchina per cucire giusta per me

Le ragioni per acquistare una macchina da cucire sono moltissime, in particolare se il cucito fa parte delle tue passioni, si tratta infatti di un hobby che moltissime donne hanno cominciato sempre più ad apprezzare e a rivalutare, infatti si tratta di un bel pezzo di tradizione. ricordo i merletti creati e cuciti in maniera egregia, dalla mia nonna bis, che mia madre conserva scrupolosamente. Oggigiorno, si sente sempre più parlare dei laboratori di cucito creati per dare la possibilità di imparare e potersi divertire creando ed aggiustando.

Se hai intenzione di acquistare una macchina da cucire, per te o come regalo, sarà necessario conoscere gli aspetti più importanti, individuando ovviamente la machina che rispecchia le tue esigenze. Per prima cosa, molto probabilmente stai pensando al costo, e ovviamente considera che trattandosi di un apparecchio molto tecnico, la macchina dovrà almeno costare intorno alle 150 euro e più, questo rappresenta il rezzo di partenza per una buona macchina da cucire; inoltre seguendo i giusti parametri di acquisto, dovresti anche valutare il tempo in cui la utilizzerai, questo ti consentirà anche di valutare le funzioni e il funzionamento della tua macchina da cucire.

In commercio, potrai infatti trovare due tipologie di macchine da cucire: manuale o meccanica ed elettronica; ovviamente questo cambia sia per il costo, che per il funzionamento, nonché per le funzioni della macchina da cucire in se stessa, perché quella elettronica ha moltissime impostazioni in più rispetto a quella tradizionale, a pedale. Per quanto riguarda i parametri di efficienza e di quanto la tua macchina da cucire sia robusta o meno, sia per i modelli meccanici che per quelli elettrici la differenza rimane nella qualità della macchina da cucire, dalla sua garanzia, nonché dall’azienda produttrice. Per quanto riguarda quelle elettroniche, potrebbero esserci funzioni a te sconosciute, non temere perché solitamente queste macchine da cucire hanno un foglietto per le istruzioni molto valido al quale ti potrai affidare per ottenere tutte le informazioni di cui avrai bisogno.

Considera anche il peso e la grandezza della machina da cucire, in modo da poter lavorare tranquillamente senza impaccio, una buona scelta potrebbe essere quella di dedicarle uno spazio tutto suo, su un tavolino e una sedia ben comoda per te sulla quale poter cucire e rammendare tutto ciò che ti serve.Infine se già te ne intendi, probabilmente ti interessa sapere la differenza tra la crochet nelle macchine da cucire. Se si tratta del caso, la crochet di tipo rotativo viene considerata la più efficiente, soprattutto se utilizzerai la macchina da cucire per lunghi periodi d tempo. Inoltre, in commercio troverai moltissime versioni, create con materiali diversi, scegli quello adatto a te in base a parametri di durata e resistenza.

Quali tessuti potrai lavorare?

Infine, puoi decidere di lavorare tutti i tessuti con una macchina da cucire, ovviamente per la tipologia manuale sarai tu stessa a dirigerla e a decidere l’intensità del cucito, mentre quelle elettriche molte volte hanno funzioni preimpostate, che regolano la fora in base al tessuto da cucire.


Lavori vecchi e i lavori nuovi

lavori vecchi e nuovi

I tempi sono davvero cambiati e per molti lavori forse si sta arrivando alla fine di un era, tra quelli che invece prendono piede sembra esserci anche la figura del coreografo, al contrario lavori come quello del croupier o se sei bravo a riparare biciclette probabilmente non avrai ancora molto da fare, si predice, ancora lavori da dentisti, psicoterapeuti e per una parte di ingegneri ci sarà sempre più da fare. Sembrerebbe che ci siano molti cambiamenti all’orizzonte per i lavoratori del nuovo millennio, e dalle ricerche svolte ci saranno profonde differenze da ciò che un tempo veniva considerato come un buon lavoro, o una mansione che puoi fare fruttare a livello lavorativo.

Molti dei lavori nei quali era necessario l’uomo saranno presto sostituiti dalle macchine,  perché la tecnologia si sta davvero muovendo verso realtà robotiche, un ottimo esempio a riguardo sono le fabbriche, tra le prime che hanno incominciato la corsa verso i robot, sostituendo le nostre mani, con le più veloci parti meccaniche. Chiaramente, esiste chi sistema le macchine, chi le crea e chi le disegna, per tutte queste persone ci sarà sempre più lavoro, quindi forse bisogna solo cambiare il modo che abbiamo di concepire il lavoro stesso.

(altro…)


Cosa dice il Vangelo Perduto?

cosa dice il Vangelo Perduto

Ho recentemente letto un articolo che riguardava tutti i best seller che riguardano la vita di Gesù Cristo, e devo dire che ho trovato l’argomento davvero molto interessante. Secondo quanto scritto, la vera storia di Gesù potrebbe non essere proprio esattamente come quella raccontata nella Bibbia, esisterebbero infatti altri scritti molto antichi che raccontano di un Gesù che si sposò con maria Maddalena e che diventò padre, tutto questo sarebbe stato trovato scritto su una pergamena, studiata da esperti presso il British Museum di londra, che ha dato origine al Vangelo perduto, un libro tra molti altri, che negli ultimi decenni si sono occupati di parlare dell’altra storia di Gesù.

Il libro viene intitolato The Lost Gospel, e riguarda una serie di vicende sulla vita del messia. Questo particolare manoscritto è datato IV d.C, e nel tradurlo e durante la sua decodificazione risulterebbe che Gesù avrebbe effettivamente sposato Maddalena e da lei avrebbe avuto due figli. Le premesse dei ricercatori e addetti alla traduzione del testo, avrebbero precisato che si tratta principalmente di un lavoro di ricerca, non esiste nessun attacco al credo di nessuna religione.

Il problema persiste, perché in effetti andrebbe a rovesciare molto dei credo del periodo, è tutto questo potrebbe influenzare il modo che abbiamo sempre avuto di approcciarci alla nostra fede, per prima cosa, anche perché secondo la traduzione maria Maddalena, avrebbe assunto un ruolo fondamentale nella vita è nelle opere di Gesù. Questa pergamena ha davvero diviso le acque, per rimanere in tema, infatti da una parte ci sono i critici e gli studiosi che dubitano la credibilità del testo, riducendolo ad una storia raccontata, come tante altre, perché a detta degli scettici non ci sono prove di quanto detto, è scritto nella pergamena antica in siriano.

La critica, si ha, non ha peli sulla lingua, quindi moltissimi i dubbi espressi al riguardo, e molte persone si sono completamente dissociate da quanto riportato nel manoscritto. Al contrario, i difensori sostengono l’autenticità e si rifanno ad altri libri più contemporanei riscritti in tutte le lingue del mondo, che parlano di un Gesù molto umano, anche se davvero molto speciale, quindi si tratta di prendere la parte di chi si pensa abbia ragione.

I libri che riscrivono la storia di Gesù…

Come ho accennato prima, ci sono molti altri libri che raccontano della storia di Gesù, della storia diversa di Gesù, e mi viene in mente Dan Brown, con la serie di libri rivelatori, diventati molto famosi e super letti in tutto il mondo. Uno dei primi del genere, del quale mi ricordo di aver sentito parlare è L’altro Volto di Gesù, che racconta una storia sul filo dei libri descritti fino ad ora.

Anche se a detta di esperti, gli stessi vangeli canonici, raccontano dell’importante figura di Maria Maddalena, nella vita di Gesù. Si tratta di un argomento davvero delicato, e non mi sembra neanche possibile poter raccontare in questo modo quanto tutto sia cambiato, nella storia, anche da questo punto di vista.