Da dove venivano gli etruschi?

Ne sappiamo davvero poco, e il mistero che accompagna questo popolo, ha sempre allettato gli archeologi e gli storici di tutto il mondo, perché la loro storia ha probabilmente inciso nello sviluppo della realtà Italiana, quindi forse questo popolo è più vicino a noi di quanto probabilmente possiamo immaginare. Le ultime ricerche, potrebbero ribaltare molto di quanto scritto nei libri di storia, perché non avendo mai avuto la possibilità di indagare a fondo sulle loro origini, abbiamo creato teorie basate più su quello che resta di loro, e la maggioranza delle testimonianze sotto forma di resti archeologici, ma per la verità è stato necessario indagare a fondo, con l’aiuto di nuovissime tecnologie, per scovare il vero DNA Di questo popolo.

Un popolo, che ancora oggi rimane molto misterioso, perché di loro se ne sa ben poco, ma molto hanno insegnato, un famosissimo filosofo, Erodoto, ha regalato la migliore interpretazione della storia degli Etruschi, è molto di ciò che sappiamo arriva proprio dai racconti dello stesso, anche se molti esperti e studiosi, hanno la tendenza a prendere quello che il grade filosofo disse, con le pinze. Erodoto era famoso per le sue fiabe, per il modo in cui riusciva a dare grandi insegnamenti morali attraverso la storia della fiaba, e forse anche per questo i suoi racconti sul popolo Etrusco, vengono considerati in maniera molto limitata. Secondo il filosofo, gli Etruschi arrivano dall’Oriente, per stabilirsi in Occidente dopo la famosissima guerra troiana, ma secondo recenti studi sarebbe emerso che questo popolo incredibile si sarebbe sviluppato per la maggiore, in Italia.

Si tratta di una ricerca condotta dagli storici dell’Università di Firenze, che potrebbe portare al ribaltamento di quello che si pensava essere l’origine di questo popolo misterioso. Per la precisione, la ricerca viene svolta anche da un punto di vista scientifico, infatti gli scienziati hanno cercato di ricostruire il DNA etrusco, per riuscire a definire la loro provenienza geografica, e secondo i risultati, gli Etruschi si sono sviluppati in Toscana e nella parte occidentale dell’Anatolia; al fine di portare a termine le ricerche nel migliore dei modi, gli scienziati hanno preso in considerazione anche il DNA delle popolazioni contemporanee, insieme ai ritrovamenti archeologici degli Etruschi.

Il DNA etrusco…

Al fine di ricostruire le loro origini, la tecnologia della scienza ha aiutato il mondo dell’archeologia, in un esperimento che mira a stabilire il tipo di DNA che ha caratterizzato questo popolo. Quindi, risulterebbe infine che in Italia, abbiamo subito l’influenza del popolo Etrusco, e che sia stata principalmente il risultato della loro migrazione, perché ci sono poche correlazioni e in gruppi isolati della popolazione, per determinare l’italianità di questo popolo.

Inoltre, insieme al DNA, sono anche state considerate le caratteristiche geografiche dei popoli, così da poter determinare in quale misura i nostri antenati siano stati davvero Etruschi. Indubbiamente, una parte di questo popolo si è stabilito in Italia, forse per le ottime condizioni climatiche, e hanno generato ceppi di popolazione, ma quasi sicuramente la loro nascita non è avvenuta nel nostro paese.