Category: Cambiamenti

La sveglia che mi aiuta tutti i giorni…

sveglia che mi aiuta

Sono un grandissimo dormiglione, e appena posso schiaccio un bel pisolino, mi piace semplicemente dormire, e mi rendo ben conto di quanto piaccia anche al mio fisico; dopo un buon riposo mi sveglio sempre rilassato con la pelle ben distesa, amo i miei pisolini insomma, e senza l’aiuto della mia tanto amata sveglia non potrei permettere di farli, credo che senza un allarme che mi chiama all’ordine non sarei in grado di gestire il mio sonno. Quindi ho scelto due sveglie, una da tenere in salotto, tradizionale e una con modalità radio da tenere in camera; la mia scelta deriva dalla loro praticità d’utilizzo, per prima cosa, ho scelto due tipologie diverse perché quella del salotto la utilizzo per le penichelle pomeridiane, mentre la radiosveglia rimane fissa in camera da letto, perché la mattina preferisco svegliarmi con la musica che mi piace, anche perché considero il risveglio mattutino molto importante, meglio svegliarsi nel migliore dei modi, per proseguire al meglio la giornata.

Se anche tu stai pensando a questo nuovo acquisto, ti ho metto a disposizione delle informazioni, credo molto utili, alle quali mi sono affidato io stesso per la scelta della mia sveglia radiocontrollata. Dovrai cominciare la scelta rispetto al tipo di sveglia di cui hai bisogno, ce ne sarà una per la camera dei bambini, un’altra per la tua e magari una in cucina; la scelta poi influenza anche lo stile e il design della sveglia, perché mentre per la camera dei bimbi probabilmente opterai per una sveglia colorata con fantasie, magari con stampe dei loro personaggi fantastici preferiti, per la tua camera magari desideri qualcosa di più tecnologico, magari con display digitale, attacco mp3 e radiosveglia.

Inoltre, le sveglie moderne hanno moltissime funzioni, la maggioranza ha il famoso tasto snooze, che ti permette di portare avanti di qualche minuto il suono della sveglia, in modo tale da permetterti di stare qualche minuto in più a letto, molto comodo, si tratta infatti del mio tasto preferito, la funzione per i dormiglioni me me! Ci sono altre funzioni molto comode, come la possibilità di registrare due orari diversi, magari uno per te e uno per il tuo compagno, o per i tuoi figli, in questo modo potrai utilizzare una sola radiosveglia per due allarmi diversi, si tratta di funzioni che troverai molto spesso nelle radiosveglie, in particolar modo. Ci sono perfino sveglie che proiettano l’orario sul muro, ti basterà aprire gli occhi per visualizzarlo.Ottime notizie in arrivo anche da un punto di vista esclusivamente estetico, si tratta infatti di dispositivi che si adattano a tutti gusti e si prestano molto bene al design antico e moderno.

La mia conclusione

In commercio, troverai moltissime opzioni per la tua scelta, ricorda che conviene sempre leggere le recensioni, e verificare anche con gli altri consumatori che stai facendo la scelta migliore, infatti il punto di vista del consumatore è quello più veritiero; cerca anche un un prodotto con una buona garanzia alle spalle.


Lo sfigmomanometro a portata di mano

sfigmomanometro a portata di mano

Misurare la pressione in casa non è mai stato così facile, almeno non fino a quando la tecnologia si è messa all’opera per creare degli strumenti necessari e medici, ad utilizzo dei pazienti o di chiunque voglia monitorare la propria pressione. Il misuratore di pressione permette di controllare in qualsiasi momento la pressione del sangue, che dovrebbe sempre rimanere entro certi limiti, per essere considerata normale, di conseguenza, quando non è bilanciata può causare dei seri disturbi; la pressione del sangue, indica quindi anche la condizione generale del nostro corpo e quindi nel caso ci siano problemi di pressione, potrebbe essere un piccolo campanello d’allarme che qualcosa nel nostro corpo non funziona benissimo.

I valori di riferimento che si considerano per una pressione ottimale variano a seconda dell’età, e nel calcolo della pressione esiste una MASSIMA e una MINIMA; partendo dalla pressione dei bimbi massima 80 e minima 45, arrivando ai trenta con una massima 120 e minima 80, e più avanti con l’età, la pressione tende a salire arrivando ad una massima di 140 per una minima di 85. In maniera più generale i valori medi di un adulto oscillano tra i 120 e i 90, in condizione di buona salute, e la pressione varia anche durante la giornata, raggiungendo i valori minimi quando dormiamo, alzandosi mentre pratichiamo dello sport, la sua variazione dipende da molti fattori.

Il tipico sfigmomanometro che pensiamo è quello del dottore, che funziona tramite un laccio intorno al braccio che va a stringerlo, in questo modo blocca il passaggio del sangue e permette alla macchina di stabilire il valore della pressione massima, quando il laccio si sgonfia del tutto finirà con il calcolare la pressione minima. Lo sfigmomanometro manuale è uno strumento in grado di misurare la pressione in maniera molto precisa, e si tratta infatti di un dispositivo medico abbastanza costoso. Se al contrario, stai pensando di acquistarne uno per il tuo utilizzo, ti consiglio di cominciare a cercare le opzioni digitali, che hanno vari prezzi, ovviamente anche al tipo di precisione e di qualità dello strumento stesso.

Il modello digitale

Si tratta infatti, di uno strumento in grado di misurare la pressione del sangue in maniera molto meno invasiva, rispetto al suo fratello manuale e permette di misurare la pressione del sangue tramite un bracciale che funziona in maniera automatica, i dottori più al passo con i tempi, hanno infatti un misuratore di pressione digitale a pressione, con il display digitale, che segna esattamente la pressione del tuo sangue, funziona in maniera oscillante e si gonfia e si sgonfia automaticamente.

Altri modelli meno costosi, permettono di misurare la pressione dal dito o dal polso, anche se solitamente i valori più precisi si ottengono con misuratori di pressione con bracciale. Si tratta di dispositivi abbastanza tecnici, per cui se non hai molta dimestichezza con tutto questo, ti conviene cercare qualcosa di più semplice oppure cerca di chiedere al tuo dottore di indicarti le marche che producono misuratori di pressione qualitativi.


La funzionalità del forno a microonde

funzionalità del forno a microonde

Il forno a microonde stipulò la sua potenziale fama futura, durante il periodo dell’emancipazione femminile, durante il quale moltissime donne, soprattutto in America, cominciarono ad abbandonare i fornelli per aiutare la famiglia, andando a guadagnare. Si trattò di una vera e propria rivoluzione per cultura e tradizione, che ha visto il forno a microonde come un simbolo della cucina fai da te e veloce. Nel giro di qualche tempo infatti, questo elettrodomestico è entrato a fare arte di migliaia se non, almeno oggigiorno, milioni di famiglie, in tutto il mondo.Il grande vantaggio nella sua invenzione deriva dalla sua capacità di cucinare velocemente, più alla reale possibilità di far scaldare il cibo ai ragazzi o al marito per esempio, basta mettere nel microonde, aspettare pochi minuti e il gioco e fatto.

Rispetto al forno quindi si minimizzano i tempi di cottura degli alimenti, magari precedentemente cucinati, e tirati fuori dal freezer, una delle tante opzione dei microonde moderni, decisamente migliorati rispetto ai loro antenati che stavano nelle cucine delle nostre mamme. Io lo trovo un elettrodomestico essenziale nella mia cucina, sono una mamma, casalinga e lavoratrice, ho pochissimo tempo a disposizione, e molto spesso decido di cucinare un giorno interno, e di congelare il cibo a porzioni, in maniera da velocizzare la preparazione delle cene in famiglia.

Se stai pensando di acquistare un nuovo forno a microonde, calcola lo spazio che hai a disposizione, e dove potresti collocarlo; si tratta infatti di un elettrodomestico che utilizzerai molto spesso, per questa ragione ti conviene considerare che tipo di grandezza necessiti e se si combina con lo spazio a disposizione, in altra situazione, considera un forno microonde dalle dimensioni più ridotte. Da un punto di vista puramente estetico invece, ci sono ottime notizie in arrivo per te; infatti, si tratta di dispositivi costruiti con materiali diversi, con delle particolarità che li personalizzano, si può trattare del manico, o dei pulsanti, o del vetro e del colore stesso del forno a microonde, ce ne sono con pulsanti a destra o a sinistra, altri digitali, oppure gli old school con la manovella; da questo punto di vista riuscirai a trovare la combinazione giusta.

Quante funzioni?

Per quanto riguarda invece l’aspetto più importante del tuo forno, ossia la sua efficienza, dobbiamo andare a cercare e considerare il tipo di funzione, che ci potrebbe servire, in base a quello di cui abbiamo bisogno. Esistono forni a microonde in grado di eseguire una cottura da forno tradizionale, grazie alla presenza di una ventola, oppure gli ultimi arrivati permettono di eseguire una cottura automatica in base al tipo di alimento, insomma riescono ad identificare che cibo hai introdotto al loro interno, davvero geniale.

Come ho accennato poche righe fa, esiste la funzione per scongelare automaticamente gli alimenti e di poterli poi cuocere, sempre all’interno del microonde. Il mercato ti offre moltissime opzioni a prezzi diversi, ma in generale la maggioranza dei forni a microonde moderni hanno la maggioranza delle funzioni identificate in questo articolo.


Facebook per trovare lavoro…

facebook e lavoro

Mi ricordo di avere aperto il mio account di Facebook nel 2006 a Londra, e al tempo non c’era quasi nessuno in Italia, che ne avesse uno, quindi ho nel tempo, aumentato il numero delle persone che conosco, amici miei, perché anche in Italia ha cominciato a prendere piede nel 2007.

Vorrei chiarire che mentre Twitter era principalmente nato per motivi lavorativi, Facebook si sviluppa come un vero e proprio social network, quindi raggruppa tutte le persone che si conoscono e hai la possibilità di poter parlare gratis con i tuoi amici e di condividere le vostre esperienze insieme, pubblicando le vostre foto e i vostri video.

Partendo dal presupposto, che ci sono opinioni discordanti che riguardano la privacy di questo famosissimo social, dall’altro canto sembra che questo non preoccupi le persone, dato che ci sono ormai milioni di persone al mondo con profilo, sono rimasti in pochi, sembrerebbe quelli che non ne hanno uno. Negli ultimi anni Facebook fa sempre più parte delle nostre vite, è molto probabilmente sarà successo anche a voi di chiedere o di aver ricevuto questa domanda: hai Facebook?

Fino solo a pochi anni fa non me lo sarei davvero immaginato, si tratta di una popolazione vera e propria grande forse più di un continente intero, quindi immaginate che grandissima rivoluzione sociale rappresenta, anche se purtroppo molto spesso viene utilizzato in maniera del tutto priva di alcun senso, ma questo aspetto del social rimane molto soggettivo.

Il suo giovanissimo creatore inoltre, ha raggiunto un grandissimo potere economico, e si è rivelato un vero e proprio imprenditore stratega e intelligente, capace di trasformare un social in un evento generazionale, che ha davvero colpito tutti dai più grandi ai più piccoli, e permette agli stessi utenti di promuovere vari eventi, negozi online, e inviti di tutti i generi, consentendo anche di poter chiamare gli utenti che si conoscono. Quindi ha anche creato molti posti di lavoro, uffici intelligenti, perché coloro che ci lavorano hanno a disposizioni spazi colorati, è un atmosfera serena e armoniosa, ben lontana dall’epoca delle scrivanie attaccate una all’altra, dove ti sembra di lavorare in alveari.

Con Facebook, Puoi decidere insomma, se accettare l’amicizia di qualcuno, e questo solitamente sottintende qualcuno che si conosce, inoltre negli ultimi tempi Facebook ha preso anche Messenger e WhatsApp, aumentando ulteriormente il bacino di utenti, assicurandosi lavoro per molto altro tempo. Ma da un punto di vista strettamente lavorativo, esiste un altra piattaforma intelligente, LinkedIn che ancora trionfa tra le piattaforme create per i contatti nel mondo del lavoro, anche qui però Facebook avrebbe intenzione di tentare la sfida con Facebook at work , aspettiamo di capire come funziona, questa sfida non sarà per niente facile.

Il tuo curriculum di Facebook?

Quello che sta succedendo con Facebook sembra comunque molto interessante, perché molti datori di lavoro oltre che il vostro curriculum cartaceo, andranno quasi sicuramente a dare una sbirciatina al vostro profilo, si tratta di un metodo sempre più utilizzato per identificare la persona, e farsi qualche idea in più, quindi si può dire che il tuo profilo di Facebook sia anche il curriculum più approfondito che puoi offrire, quindi sempre attenzione alla tua privacy.